Passa ai contenuti principali

Tecnologia e innovazione per la mobilità smart al Salone dell'Auto di Ginevra 2018


Salone di Ginevra 2018: novità e tecnologie per la mobilità 18/04/2018




Tecnologia e innovazione per la mobilità smart al Salone dell'Auto di Ginevra 2018

Il 18 marzo si è concluso l’appuntamento annuale con il Salone di Ginevra, un evento sempre più orientato all’innovazione e alla tecnologia che alla semplice presentazione dei nuovi modelli di auto. La città svizzera, organizzatrice dell’esposizione dal 1905, è probabilmente la cornice ideale per questa svolta green che a Ginevra ha confermato i trend del momento, ovvero l’auto elettrica e la mobilità smart.

Non solo city car e utilitarie, il mondo dell’elettrico oggi coinvolge tutte le case automobilistiche e i modelli, dalle supercar come la Lamborghini alla macchina volante di Pal-V, fino alla guida autonoma della Volkswagen ID Vizzion e alle infrastrutture intelligenti. Il Salone di Ginevra ha mostrato lo stato attuale dell’impresa automobilistica e, allo stesso tempo, ha offerto uno sguardo sul futuro del settore. Ovviamente senza dimenticarsi degli appassionati, ai quali è stata riservata l’anteprima mondiale della nuovissima Ferrari 488 Pista, un bolide da 720 cv erede della 458.


I SUV elettrici al Salone di Ginevra 2018: tutte le novità

Le macchine elettriche sono ormai le vere protagoniste nel settore dell’Automotive, in grado ad ogni evento di monopolizzare l’attenzione dei visitatori e degli addetti ai lavori. Le case automobilistiche sanno bene che i tempi stanno cambiando: per questo motivo, da diversi anni stanno investendo pesantemente per la riqualificazione elettrica dei loro modelli, soprattutto nello sviluppo dei nuovi SUV elettrici e ibridi.

Non stupisce che una delle auto che ha riscosso maggiore successo al Salone sia stata la Porsche Mission E Cross Turismo, un’elettrica sportiva di lusso. Oltre alla nuova 911 GT3 RS, la casa tedesca ha voluto stupire il pubblico con la presentazione in pompa magna di questo crossover elettrico con motore da 600 cv, in grado di fornire prestazioni da purosangue di razza. Grazie a un sistema elettrico da 800 Volt, la Mission E Cross Turismo vanta un’accelerazione da 0-100 Km/h in soli 3,5 secondi, mentre impiega 12 secondi per arrivare a 200 Km/h.

Ma i dati che stupiscono sono quelli legati all’autonomia di ben 500 Km e alla ricarica, per la quale gli ingegneri della Porsche si sono serviti di un innovativo sistema ad alto voltaggio, che ha permesso di ottenere l’80% della potenza già dopo soltanto 15 minuti di ricarica. Tanta anche la tecnologia a bordo, con sofisticati impianti di assistenza intelligente alla guida, tra cui un display head-up che mostra le informazioni principali al guidatore direttamente sul parabrezza, adattandole al suo campo visivo.



Tra i SUV elettrici spicca anche la I-Pace della Jaguar, anch’essa dotata di due motori elettrici con una potenza complessiva di 400 cv e una coppia di 696 Nm, con un’autonomia di 500 Km. I tecnici della Jaguar hanno lavorato tantissimo sull’aerodinamica e sull’altezza da terra dell’auto, sfruttando le conoscenze acquisite grazie alle gare di Formula E. Queste caratteristiche hanno consentito di mantenere la I-Pace veloce e potente ma senza diminuire la percorrenza massima, aspetti fondamentali per un SUV elettrico.

Le case automobilistiche tedesche stanno investendo molto nelle auto elettriche, come l’Audi che al Salone dell’Auto di Ginevra 2018 ha presentato la sua concept car e-Tron. Si tratta di un crossover a trazione integrale spinto da un due motori elettrici, con una potenza complessiva di 435 cv e un’accelerazione da 0-100 Km/h in 4,6 secondi. Anche in questo caso l’autonomia è di circa 500 Km, con un tempo di ricarica di 30 minuti utilizzando le classiche colonnine stradali.



Infine, tra i SUV elettrici ha riscosso molto successo la Kona Electric della Hyundai. L’azienda giapponese vuole recuperare il terreno perso rispetto alle dirette concorrenti, ma nonostante la bellezza stilistica di questo nuovo SUV le prestazioni non sono ancora in grado di contrastare le rivali. La Kona Electric è disponibili in varie versioni, tra cui quella più potente garantisce una potenza di 204 cv, un’accelerazione da 0-100 Km/h in 7,6 secondi e un’autonomia di 470 Km.

Tecnologia e innovazione al Salone di Ginevra 2018: Volkswagen ID Vizzion, Alexa e Goodyear Oxygene

La mobilità smart richiede un apporto costante d’innovazioni tecnologiche, per questo sono sempre benvenute le sperimentazioni e i prototipi visti al Salone dell’Auto di Ginevra di quest’anno. Tra tutti spicca la nuovissima Volkswagen ID Vizzion, un’auto elettrica futuristica senza volante che potrebbe presto rappresentare lo standard dei veicoli intelligenti a guida autonoma. Naturalmente si tratta soltanto di un prototipo, ma dalla Germania si mostrano fiduciosi su una possibile commercializzazione in serie già nel 2025.

La ID Vizzion monta un sistema driverless di quinta generazione, che grazie a laser, scanner ottici, radar e sensori ultrasonici è in grado di gestire tutte le fasi di guida in completa autonomia. Basta salire a bordo e impostare la destinazione, al resto pensa l’auto, quindi è possibile scegliere la musica da ascoltare durante il viaggio oppure il film da vedere, regolando la climatizzazione e gli standard legati al comfort. Il sistema di guida sarà perfettamente integrato con le nuove infrastrutture intelligenti, che attraverso sistemi di connettività ultra rapida condivideranno tutte le informazioni per garantire il massimo livello di sicurezza dei passeggeri e degli altri utenti della strada.


Per quanto riguarda l’IOT dopo la Hyundai anche la Seat ha deciso di dotare alcuni veicoli con Alexa, il sistema di assistenza vocale intelligente sviluppato da Amazon. Sui nuovi modelli della Ibiza sarà possibile utilizzare un bottone e attivare il proprio assistente personale, che in base ai comandi ricevuti imposterà la rotta nel navigatore, la musica, regolerà l’aria interna al veicolo e molto altro ancora. Tramite app e connessione 5G potrà anche interagire con i sistemi domotici della propria abitazione, per esempio attivando il riscaldamento prima del proprio arrivo.

Tra le novità assolute del Salone di Ginevra c’è stata la presentazione del Goodyear Oxygene, ovvero dello pneumatico che pulisce l’aria. Quest’innovativo prototipo della casa statunitense è stato sviluppato per rendere le auto elettriche ancora più green, infatti le gomme saranno in grado di produrre una vera e propria fotosintesi durante il movimento del veicolo. Tutto ciò sarà possibile grazie alla struttura dello pneumatico, che al suo interno ha un particolare tipo di muschio che assorbe l’umidità e che con la rotazione rilascia ossigeno.

Questo sistema di ultima generazione consentirà di ridurre le emissioni di anidride carbonica, ma allo stesso tempo di ripulire l’aria delle città consumando anidride e generando ossigeno. Inoltre, Goodyear Oxygene potrà utilizzare la forza di tale processo anche per alimentare i circuiti elettronici dell’auto, riducendone i consumi complessivi. Altra caratteristica unica sono i sensori inseriti nella struttura dello pneumatico, dotati di intelligenza artificiale e di connettività ultra rapida per comunicare con gli altri sistemi, per aumentare la sicurezza delle macchine del futuro.



La macchina volante PAL-V Liberty: prima assoluta al Salone dell’Auto di Ginevra

Una delle attrazioni principali dell’edizione 2018 del Salone di Ginevra è stata senza dubbio la macchina volante, la PAL-V Liberty costruita dall’omonima azienda olandese. Non si tratta soltanto di un concept, infatti il modello presentato in Svizzera è perfettamente omologato a circolare su strada, ma per sfrecciare in aria è necessario avere il brevetto di volo. L’azienda mette a disposizione dei suoi primi clienti una serie di lezioni di volo, con costi a partire da 10.000€ per le prime aule didattiche.

Il costo d’acquisto è ovviamente proibitivo, circa 300.000€ nella versione base oppure 500.000€ per quella sportiva personalizzata, ma questa vettura assicura emozioni forti e impareggiabili. La PAL-V Liberty funziona in strada con un normale motore a benzina da 100 cv, abbastanza potente da far raggiungere a quest’auto i 160 Km/h. Invece in modalità aerea si trasforma in un velivolo simile a un elicottero, con un grande rotore montato in cima alla carrozzeria e uno più piccolo situato posteriormente, che grazie ai due motori Rotax garantiscono un’autonomia di 1300 Km e una velocità massima di 180 Km/h.

L’edizione del 2018 del Salone dell’Auto di Ginevra ha ribadito quanto la società odierna stia spingendo verso due importanti direzioni, l’auto elettrica e la mobilità smart. L’industria ha recepito il messaggio, per questo la quota dedicata alle macchine elettriche e alle innovazioni tecnologiche è sempre più ampia. Quel futuro così tanto immaginato, con strade percorse da auto intelligenti che volano e si guidano da sole è sempre più vicino, ma per la sua totale concretizzazione sarà necessario realizzare una perfetta integrazione fra questi veicoli e le nuove infrastrutture smart.



Commenti

Post popolari in questo blog

Noleggio per Aziende Neo Costituite e P.iva in Start Up

Con il noleggio a lungo termine c’è la possibilità di affidare una macchina oppure un veicolo commerciale alle start-up!!! Avere un costo certo sicuro e non variabile mensilmente, senza dover tirar subito fuori di tasca un patrimonio!


In altri articoli vi abbiamo già spiegato i vantaggi del Noleggio Lungo Termine, ma oggi vogliamo portarvi a conoscenza del vantaggio riservato alle New-CO.
Immaginate di voler avviare una piccola o media impresa di vendita di fiori e consegna a domicilio, vi recate in banca e dopo una prima indagine da parte della direzione che andrà ad analizzare il vostro storico finanziario per appurare che non ci siano i così detti SCHELETRI NELL'ARMADIO vi venga concesso il prestito per avviare la vostra impresa, nel preventivo potrete anche aggiungere tra i beni strumentali l'auto o il furgone che vi occorre per la vostra attività ma dovrete comunque considerare di dover successivamente PAGARE IN CONTANTI il veicolo alla concessionaria, ed ecco che una buona…

Renaut Kadjar non te la vendiamo

La qualità degli interni è molto migliorata rispetto a quella  delle ultime Renault, anche se non è d'effetto quanto gli esterni;  ripulita dalle plastiche troppo economiche e dagli elementi troppo  ingombranti, la plancia ha un aspetto fine e ordinato. L'infotainment è  stato reso più reattivo e la strumentazione che comprende il tachimetro è  completamente virtuale.  
Il bagagliaio della Renault Kadjar ha dimensioni medie (minimo  527 litri) e può essere frazionato con un sistema di mensole; inoltre  dispone di leve con cui reclinare i sedili posteriori in una semplice  mossa. Discreto lo spazio a disposizione dei passeggeri, anche per chi  siede alle spalle del conducente. Per conferire maggiore luminosità  all'abitacolo è possibile acquistare l'optional del tetto in vetro  panoramico fisso, che fa parte del Pack Sky (600 €).  Le motorizzazioni disponibili su questo SUV sono un benzina 1.2  Tce da 130 CV e due propulsori a diesel, il 1.5 dCi da 110 CV e il 1.6  dCi da 1…

Citroën C4 Cactus: è ancora più comoda?

Elegante nel look, la Citroën C4 Cactus accentua le sue già notevoli doti di comfort e resta scattante e maneggevole. Nell’abitacolo, però, si notano troppe economie.

Più comfort, più eleganza e una personalità un po’ meno spiccata: è questa la ricetta dell'aggiornamento della Citroën C4 Cactus. La vettura, che è già ordinabile, debutterà nelle concessionarie il 17 e 18 marzo: invariata nelle forme generali, arrotondate e dotate di un notevole equilibrio, rimane una cinque porte filante e compatta, comunque diversa dalle classiche berline medie. La novità più vistosa riguarda gli inserti paracolpi laterali: gli Airbump, che prima ricoprivano buona parte delle porte, ora sono più piccoli e confinati nella parte bassa, dove si integrano con il profilo in plastica nera che contorna anche i passaruota. Cambiano anche il frontale (nei fari e soprattutto nella mascherina con due profili cromati) e la parte posteriore: niente più fascia in plastica nera fra le luci, ora più larghe (si est…